Vuoi rimanere aggiornato sul mondo delle startup? Visita il nostro blog

Come promuovere la tua startup su Linkedin
Tempo di lettura: 7 minuti
Aggiornato al 16 Gennaio 2024

Come promuovere la tua Startup su LinkedIn: guida alle migliori pratiche

Per una startup, LinkedIn rappresenta un preziosissimo alleato perché su questa piattaforma, oltre che promuovere i tuoi prodotti o servizi, puoi costruire relazioni di valore in ambito professionale. Anzi, per dirlo con le parole di Reid Hoffman,

in un mondo sempre più connesso, LinkedIn è diventato il fulcro per le startup che desiderano costruire reti professionali e trovare talenti di alto livello”.

Le prossime righe ti serviranno, quindi, a capire non solo come promuovere un’azienda su LinkedIn ma anche, più in generale, come sfruttare al meglio questa piattaforma per far emergere e crescere la tua startup.

 

LinkedIn non è un semplice social network

All’inizio del mese di novembre 2023, LinkedIn ha annunciato di aver toccato quota 1 miliardo di iscritti, un traguardo raggiunto in precedenza (in ambito social e dintorni) solo da Facebook, Instagram, Youtube e TikTok. Guai, quindi, a sottovalutare le sue potenzialità nella tua strategia di Social Media Marketing. LinkedIn, infatti, è uno dei social network più popolari al mondo, pur essendo rivolto a un target e a un ambito ben definiti: la piattaforma oggi di proprietà di Microsoft è considerato a buon diritto il “social network professionale per eccellenza”.

 

L’importanza di LinkedIn nel panorama professionale

La frase precedente merita un approfondimento: più che per comunicare con gli amici e condividere all’interno della propria rete di contatti momenti ed esperienze di vita (come avviene di solito sugli altri comuni social network), LinkedIn è utilizzato generalmente per cercare lavoro, connettersi con i propri colleghi e (nei casi di startup o aziende) trovare nuovi investitori, fornitori e dipendenti, oltre che nuovi clienti. Non è un caso che la maggior parte degli utenti che utilizzano il social network sono professionisti o manager di azienda. Una naturale conseguenza di tutto ciò è che l’ambito in cui LinkedIn si rivela maggiormente utile è il B2B (Business 2 Business).

 

Costruire una rete e identità digitale solida

L’obiettivo prioritario di LinkedIn è costruire un network all’interno del quale i vari professionisti di un settore (ma anche di diversi settori) possano mettersi facilmente e velocemente in contatto tra loro.

Collegarti con altri utenti, interagire con loro e condividere contenuti interessanti all’interno della tua rete ti permette di creare un’identità più solida e promuovere così con più successo il tuo business, sfruttando tutti gli strumenti che LinkedIn offre. Nelle prossime righe scoprirai come fare tutto questo.

 

Creazione e gestione della pagina aziendale

Per un professionista avere un profilo su LinkedIn può aprire la porta a nuove opportunità di lavoro e carriera. Per una startup (o azienda in generale) creare una pagina LinkedIn aziendale, curarla e aggiornarla può tradursi in una più concreta possibilità di raggiungere i clienti, ma anche professioni ed esperti del settore (e di farsi trovare più facilmente da loro). Devi sapere, inoltre, che con una pagina aziendale puoi anche collegarti ai profili dei tuoi dipendenti e costruire, in questo modo, la tua rete professionale e la tua identità.

 

Primi passi per una pagina efficace

Quando crei una pagina aziendale su LinkedIn devi prestare attenzione ad alcuni elementi in particolare, a partire dall’immagine profilo e dalla copertina. Per quanto riguarda la prima, il consiglio è quello di inserire il logo aziendale, mentre nel secondo spazio puoi utilizzare il claim della tua startup o altri elementi utili a definire (anche visivamente) la tua attività. Ricorda che nell’intestazione della tua pagina aziendale puoi anche inserire una Call to Action, come per esempio l’invito a contattare la tua azienda.

 

Scegliere immagini e contenuti di qualità

Per quanto riguarda immagini e contenuti, su LinkedIn vale la stessa regola esistente sugli altri social network: devono essere di qualità.

Ciò significa, innanzitutto, che le immagini devono avere le dimensioni previste dalla piattaforma ed essere accattivanti dal punto di vista grafico.

Per quanto riguarda i contenuti, in fase di creazione della tua pagina aziendale, abbi cura di riempire tutti i campi informativi richiesti, così da far capire meglio di cosa ti occupi. Ricorda che più informazioni inserisci, più gli utenti potranno conoscere la tua startup e meglio la tua pagina aziendale riuscirà a posizionarsi nelle ricerche degli utenti stessi. In questo senso, sfrutta al meglio i principi della SEO (Search Engine Optimization), utilizzando le parole chiavi più pertinenti nei tuoi contenuti testuali.

 

Come promuovere la tua azienda su LinkedIn: contenuti e engagement

Continuiamo a parlare di contenuti: devi sapere che per promuovere la tua startup su LinkedIn da un punto di vista organico devi pubblicare regolarmente e con frequenza nuovi contenuti. Le opzioni a tua disposizione non mancano: questo social network, infatti, prevede diversi formati di contenuto.

 

Sperimentare con diversi formati di contenuto

Non avere paura di sperimentare le differenti tipologie di contenuto che LinkedIn ti offre (dai post di tipo long-form ai sondaggi, passando per i video nativi): solo in questo modo (cioè, testando e misurando) puoi scoprire infatti quali sono i contenuti più efficaci per il tuo pubblico.

 

L’importanza degli hashtag e dei tag

L’utilizzo degli hashtag permette all’algoritmo di LinkedIn di comprendere meglio gli argomenti affrontati sulla tua pagina aziendale. Il criterio che deve guidarti nella scelta degli hashtag da inserire è quello della pertinenza. Non esiste un numero minimo o massimo di hashtag da utilizzare ma ricordati di non esagerare.

Come gli hashtag, anche i tag possono rivelarsi preziosi strumenti su LinkedIn: l’obiettivo prioritario del social network, come detto, è quello di favorire la creazione di un network professionale e le menzioni vanno proprio in questa direzione, dal momento che creano connessioni tra utenti.

 

Call to action: guidare l’utente all’azione

Se vuoi sapere come promuovere un’azienda su Linkedin non puoi permetterti di trascurare le Call to Action. Devi conoscere, in particolare, le poche e semplici regole da seguire per inserire in maniera corretta sul social network gli “inviti all’azione” per gli utenti: non inserire più di una CTA per post, utilizza il verbo all’imperativo, vai dritto al punto (riducendo al minimo le distrazioni) e posiziona la Call to Action all’inizio o alla fine per far sì che ci siano più possibilità che venga letta.

 

Come fare pubblicità con LinkedIn Ads

Come tanti altri social network, anche LinkedIn prevede uno strumento ad hoc per realizzare campagne pubblicitarie a pagamento all’interno della piattaforma: questa risorsa si chiama LinkedIn Ads.

Con LinkedIn Ads puoi creare annunci pubblicitari definendo gli obiettivi di business da raggiungere e il target a cui rivolgerti, impostando in maniera autonoma i limiti di budget della campagna. Tieni conto che, per quanto riguarda le opzioni di targeting, come potrai ormai immaginare, il punto focale su LinkedIn non riguarda gli interessi o le pagine visitate (come, per esempio, può avvenire su Facebook) bensì la professione e, più nel dettaglio, la qualifica professionale, la funzione lavorativa o il settore di riferimento.

 

Come creare una campagna con Campaign Manager

Campaign Manager è lo strumento specifico per creare campagne pubblicitarie su LinkedIn. I formati tra cui puoi scegliere sono:

  • i “contenuti sponsorizzati”, rivolti a un target che non segue la tua pagina;
  • i “messaggi sponsorizzati”, cioè messaggi di LinkedIn inviati a utenti che non fanno parte della tua rete;
  • gli “annunci testuali”;
  • gli “annunci dinamici”, che contengono la foto profilo di LinkedIn, il nome dell’azienda e la qualifica.

 

Formati Linkedin ADS

Formati Linkedin ADS

 

I macro-obiettivi tra cui scegliere sono, invece, i classici: “Notorietà”, “Considerazione” e “Conversazione”. Per quanto riguarda il budget, devi considerare che anche su LinkedIn gli annunci pubblicitari sono venduti con un meccanismo ad asta. Puoi scegliere il modello di prezzo (CPC o CPM) e sospendere l’annuncio in qualsiasi momento.

 

Obiettivi Linkedin ADS

Obiettivi Linkedin ADS

 

I benefici tangibili di una strategia ben pianificata

 

I costi per fare pubblicità su LinkedIn potrebbero sembrarti un po’ più alti rispetto ad altri social network, ma non devi dimenticare che questo social network è l’ideale per generare contatti qualificati in base alle loro caratteristiche professionali lavorative. Ovviamente, affinché ciò sia possibile è fondamentale pianificare per tempo una precisa strategia.

 

Il futuro della tua startup su LinkedIn

Per capire dove può arrivare la tua startup su LinkedIn devi necessariamente sempre restare al passo con gli ultimi aggiornamenti della piattaforma. Come già accennato, nel novembre 2023 LinkedIn ha annunciato di aver raggiunto il prestigioso traguardo del miliardo di iscritti. Nella stessa occasione, il social network ha anche comunicato ai suoi utenti l’introduzione di nuove funzionalità legate all’Intelligenza Artificiale per i suoi abbonati a pagamento. E non è tutto: negli ultimi tempi, LinkedIn ha sperimentato altre novità, come le Instagram Stories.

 

Monitorare, adattare e migliorare continuamente

Sulla scia di quanto appena detto, il segreto per sapere sempre come promuovere un’azienda su LinkedIn è quello di monitorare l’evoluzione della piattaforma (e del suo algoritmo) e adattare e migliorare continuamente le campagne pubblicitarie. Non commettere l’errore di pensare di poter utilizzare su questo social network lo stesso modus operandi di Facebook o Instagram: LinkedIn, infatti, ha caratteristiche profondamente diverse. Ora che le conosci, puoi sfruttarle al meglio per il tuo business.

Nicola Zanetti

Founder B-PlanNow® | Startup mentor | Startup consulting & marketing strategist | Leading startup to scaleup | Private angel investor | Ecommerce Manager | Professional trainer | Book writer

info@b-plannow.com

Lascia un commento